• Chiara Sicuri

Il dolore all'anca nel danzatore



Il dolore all’anca nel danzatore rappresenta una delle cause principali di pausa forzata e lontananza dalla performance, con una percentuale che varia dal 7 al 50% di tutti i traumi del tersicoreo.

I danzatori possiedono un arco di movimento molto ampio a livello delle anche, requisito essenziale per molti stili, passi e coreografie. L’altissima richiesta funzionale a cui è sottoposto questo distretto fa si che esistano molte possibili cause all’origine del dolore: orientarsi correttamente nella diagnosi e nella terapia non è sempre facile.



Considera che circa il 35% delle ragazzine esercita un tipo di danza e questa percentuale è terza solo ad attività di corsa e camminata. Gli allievi iniziano a danzare in giovane età e il tempo dedicato alla preparazione cresce negli anni dell’adolescenza. Si tratta quindi di un arco di tempo durante il quale

  • Da un lato avvengono tantissimi cambiamenti nel corpo in crescita

  • Dall’altro si lavora assiduamente per aumentare le possibilità di movimento articolare, arrivando ai limiti della fisiologia.

Individuare una problematica sul nascere è fondamentale per ridurne o annullarne qualsiasi conseguenza.


 Dolore all'anca nel danzatore: capirne le cause, come alleviarlo e come prevenirlo.
Dolore all'anca nel danzatore: capirne le cause, come alleviarlo e come prevenirlo.


Ci sono molte possibili cause di dolore all’anca nel danzatore.

Pensa ad esempio alle posture o alle figure mantenute durante i salti e gli atterraggi: forza e controllo devono sostenere l’elasticità per ridurre il rischio di provocare lesioni. Possono “soffrire” i tessuti molli (muscoli, tendini, legamenti ecc) oppure le componenti osteo articolari (ossa, cartilagine): tendinopatie, borsiti, sindromi retto adduttorie (SRA), stiramenti, strappi, contusioni, artrosi, ipermobilità, instabilità, impingement, apofisiti, anca a scatto, fratture traumatiche e da stress, ecc.

I danzatori con dolore all’anca sono spesso difficili da inquadrare da un punto di vista diagnostico e necessitano di un piano di trattamento altamente specializzato.



Un esame clinico accurato non deve dimenticare 3 elementi:

  1. prevedere test specifici in tutte le posizioni (in piedi, seduto, supino, prono, decubito laterale),

  2. valutare la tecnica per capire possibili errori di impostazione

  3. capire se la richiesta funzionale supera la fisiologia di quel soggetto, provocando compensi e quindi dolore in altri distretti.

Una riabilitazione appropriata deve considerare:

  • l’anatomia dei danzatori

  • la meccanica del movimento della danza

  • le cause delle lesioni

In questo modo si può lavorare ad hoc sulla forza e sul controllo muscolare necessari per prevenire e limitare lesioni e traumi.


... Tu cosa fai solitamente quando subisci un trauma?